Dell’autismo, della genetica e delle differenze di genere

OggiScienza

5298664559_ec9bdfafee_o SALUTE – Piccoli pezzi di puzzle sono aggiunti dalla ricerca per cercare di ricostruire quello che è stato definito, qualche anno fa, l’ enigma dell’autismo. Uno studio pubblicato recentemente su American Journal of Human Genetics fornisce delle spiegazioni genetiche alla diversa incidenza dei disturbi dello spettro autistico (ASD) tra maschi e femmine. Studi epidemiologici hanno dimostrato infatti che i maschi sono colpiti più frequentemente da questi disturbi rispetto alle femmine, con un rapporto di circa 4:1. I dati presentati nello studio dimostrano che le femmine hanno una sorta di “soglia protettiva” più elevata rispetto ai maschi. Sarebbe necessario, cioè, un maggior numero di mutazioni genetiche per far si che i disturbi si manifestino nei soggetti femminili, mentre ne basta un numero inferiore per avere lo stesso effetto nei maschi

View original post 707 altre parole